Superbonus fino al 2025 per i Condomini

10 Gennaio 2022 
  |  

Per gli edifici plurifamiliari previsto un calo progressivo della detrazione: dal 2024 il beneficio sarà del 70%, per poi scendere al 65%

Spetterà fino alla fine del 2023 il superbonus del 110% (con una riduzione al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025) per i lavori effettuati dai condomìni sulle parti comuni condominiali e per quelli effettuati dai condòmini sui propri appartamenti. Sono queste le principali novità contenute nella versione definitiva della legge di Bilancio 2022 in materia di superbonus.

Condomìni e proprietari unici

In particolare, il superbonus spetterà al 110% per le spese sostenute dal 1°luglio 2020 al 31 dicembre 2023 (70% per il 2024 e 65% per il 2025), nei seguenti casi:

  • per «gli interventi effettuati dai condomìni» sulle parti comuni condominiali;
  • per gli interventi effettuati dal cosiddetto «unico proprietario» (edificio da due a quattro unità);
  • per quelli «trainati» (oltre che quelli «trainanti», rari, ma possibili) effettuati dalle «persone fisiche sulle singole unità immobiliari del condominio ovvero dell’edificio dell’«unico proprietario» (come, ad esempio, la sostituzione delle finestre dei singoli appartamenti o la sostituzione della propria caldaia autonoma);
  • per le Onlus, le organizzazioni di volontariato (Odv) e le associazioni di promozione sociale (Aps);
  • per la demolizione e ricostruzione di edifici, classificata tra le ristrutturazioni dal Testo unico dell’edilizia (articolo 3, comma 1, lettera d, dpr 6 giugno 2001, n. 380).

I vecchi limiti

Sono state superate, pertanto, le limitazioni previste dalla prima versione della legge di Bilancio 2022, secondo le quali la proroga era prevista per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 solo nei seguenti casi, alternativi:

  • in caso di presentazione prima del 1° ottobre 2021 della Cila o della Cilas;
  • in caso di persona fisica con Isee non superiore a 25mila euro annui e con unità immobiliare adibita ad abitazione principale;
  • in caso di intervento di demolizione e ricostruzione di edifici, con le formalità amministrative per l’acquisizione del titolo abilitativo già avviate al 30 settembre 2021.

Informazioni provenienti da Il Sole 24 Ore del 30 dicembre 2021

Zanisi Srl è attivamente impegnata nella formulazione di offerte economiche e nella realizzazione di lavori per la sostituzione degli impianti termici condominiali:

  • Superbonus 110%: in qualità di collaboratori di General Contractor prescelti dal Condominio con il ruolo di subfornitori per la realizzazione delle opere di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale in un contesto più ampio che preveda anche interventi sull’involucro edilizio
  • Ecobonus 50% o 65%: per una assegnazione diretta da parte del Condominio di opere per la riqualificazione degli impianti termici con sconto in fattura per la cessione del credito fiscale maturato con l’intervento

Vuoi avere maggiori informazioni o cerchi un preventivo? Contattaci >

Condividi